Cerca nel blog

domenica 9 giugno 2013

Crema (o Vellutata) di piselli




La crema di  piselli è un piatto dall’estetica e dal sapore molto delicati, che soprattutto se servita  calda con qualche crostino di pane ed una spolverata di formaggio può essere un ottima soluzione per gustare un primo nutriente e leggero nelle fredde giornate invernali, e che viste le ottime proprietà nutritive dei piselli può essere addirittura considerato come un piatto unico. Numerose sono le varianti che possiamo trovare in giro che  si discostano dalla ricetta tradizionale, si possono aggiungere diversi ingredienti, dai gamberetti al prosciutto per dare ogni volta un tocco di novità e personalità alla vellutata di piselli.  Si può gustare assieme a crostini di pane e Parmigiano grattugiato. I piselli freschi si trovano solo in primavera e sono particolarmente deliziosi. Per preparare la vellutata di piselli  tutto l'anno si possono usare quelli surgelati, anch'essi molto buoni. La dose è la stessa del prodotto fresco sgranato.

La crema assume il caratteristico aspetto vellutato grazie alle patate, che gli donano una straordinaria consistenza, viene chiamata anche “vellutata”.

Ingredienti:
200 g di patate (1 patata media)
800 g di piselli freschi (peso lordo) oppure 250 g sgranati (anche surgelati)
1/2 litro circa di brodo vegetale
1 piccola cipolla bianca
2 cucchiai d’olio extravergine di oliva
sale
pepe

 

Procedimento:
Lavare le patate, pelarle e tagliarle a cubetti di un centimetro circa.
Sgranare i piselli.
Scaldare il brodo.
Spellare la cipolla e tritarla finemente in una pentola da minestra con l’olio.
Portare sul fuoco e far soffriggere la cipolla a fiamma bassa finché non si sarà ben dorata.
Alzare la fiamma, aggiungere le patate, mescolare e lasciar cuocere per un paio di minuti a fiamma vivace. Aggiungere un mestolo di brodo, mescolare, coprire e cuocere a fiamma dolce per 5 minuti mescolando di tanto in tanto e aggiungendo altro brodo se il fondo di cottura si asciugasse troppo.
Trascorso il tempo indicato scoperchiare, alzare la fiamma e unire i piselli.
Lasciar riprendere il bollore, quindi unire tanto brodo vegetale quanto ne servirà a coprire i piselli, un pizzico di sale e lasciare cuocere a fuoco medio, con coperchio, per 15 minuti circa. Il tempo di cottura esatto dipenderà dalla grandezza dei piselli e dalla consistenza della loro buccia. Trascorso il tempo indicato assaggiare. Oltre a verificare la cottura regolare di sale.
A cottura ultimata frullare il tutto direttamente nella pentola con il Minipimer, fino ad ottenere un composto omogeneo e vellutato.Mettere nei piatti e decorare con un filo d'olio a crudo ed una grattugiata di pepe. Servire con crostini di pane.La guarnizione della vellutata di piselli è molto semplice; possiamo, infatti, aggiustare sulla superficie della pietanza un ciuffetto di prezzemolo dopo averlo bene lavato, o lasciare da parte al momento della preparazione degli ingredienti qualche pezzetto di patata da porre ai lati della vellutata, in modo da ottenere un gradevole effetto di colori a contrasto. Anche un semplice filo di olio a crudo, o una spolverata di parmigiano grattugiato o a scaglie  puossono essere guarnizioni semplici ma efficaci.

Abbinamento:
I piselli costituiscono un legume dal gusto che si presenta particolarmente dolce; per questo motivo è necessario abbinare alla vellutata di piselli un vino che sia bianco piuttosto secco; allo stesso tempo i piselli hanno un alto contenuto proteico, perciò il vino da abbinare dovrà  anche essere caratterizzato da una gradazione alcolica piuttosto elevata.  Si consiglia un Verdicchio D.o.c.