Cerca nel blog

domenica 1 dicembre 2013

Spaghetti alla puttanesca


La pasta alla puttanesca è una ricetta tipica della tradizione napoletana, ma molto conosciuti anche nel Lazio e in altre regioni italiane. Gli aneddoti  sull'origine della ricetta sono moltissimi. Alcuni dicono che il nome di questa ricetta derivò, all’inizio del secolo, dal proprietario di una casa di appuntamenti nei Quartieri Spagnoli, che era solito rifocillare i propri ospiti con questo piatto, sfruttandone la rapidità e facilità di preparazione. Altri fanno riferimento agli indumenti intimi delle ragazze della casa che, per attirare e allettare l’occhio del cliente, indossavano probabilmente biancheria di ogni tipo, di colori vistosi e ricca di promettenti trasparenze. I tanti colori di questo abbigliamento si ritroverebbero nell’omonima salsa: il verde del prezzemolo, il rosso dei pomodori,il viola scuro delle olive, il grigio-verde dei capperi, la tinta granato dei peperoncini.
Altri sostengono che l’origine del nome sia da attribuire alla fantasia di una ragazza di vita Yvette la Francese , che si ispirò alle proprie origini provenzali. Yvette, probabilmente, non era dotata solo di fantasia, ma anche di senso dell’umorismo e di un’ironia alquanto caustica, che forse sfruttò per celebrare, attraverso il nome di questo piatto, la professione più antica del mondo.
Facile e veloce da preparare, è un piatto che ha stimolato anche la fantasia popolare che lo ha visto adatto alle donne "impegnate nell'arte amatoria" che si dedicavano quindi alla cucina sbrigativamente, ma facendo comunque bella figura coi mariti...
Anche il grande Totò, non solo ne era golosissimo, ma dicono fosse anche molto bravo a prepararla.

Ingredienti: (per 4 persone)

400 g di spaghetti
150 g di olive nere
50 g di burro
4 filetti di acciughe
2 spicchi d’aglio
1 cucchiaio di capperi
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
200 g di polpa di pomodoro
olio d’oliva sale, pepe

Preparazione:
Fate soffriggere l’aglio affettato e le acciughe tritate nell’olio e nel burro, aggiungete le olive denocciolate e affettate, i capperi triturati, la polpa di pomodoro tagliata a filetti, il sale e il pepe.
Cuocete la salsa per 15 minuti a fuoco lento. 
Dopo aver cucinato gli spaghetti al dente, conditeli con la salsa e cospargeteli di prezzemolo tritato fresco.

Abbinamento:
Un buona bottiglia di Falanghina dei campi flegrei